Tutti i bambini europei sono ad alto rischio per l’inquinamento atmosferico

 

Tutti i bambini europei sono ad alto rischio a causa dell’inquinamento atmosferico. Lo rivelano i dati: i genitori sollecitano un’azione

 

Lo ha reso noto l’Agenzia europea dell’ambiente con un nuovo rapporto, che mostra l’impatto disastroso dell’inquinamento atmosferico sui bambini europei, con una stima di 1.200 morti di bambini e adolescenti all’anno nei suoi 32 paesi membri.

I dati mostrano anche che nel 2021 tutti gli Stati membri dell’UE hanno rilevato livelli di  inquinamento oltre i limiti massimi raccomandati dall’Organizzazione mondiale della sanità. Diversi Stati membri, tra cui l’Italia, la Germania, la Francia e la Polonia, hanno inoltre registrato livelli di inquinamento da NO2 al di sopra degli attuali limiti di legge.

Alcuni genitori che hanno intentato un’azione legale per conto dei propri figli per denunciare i pericolosi livelli di inquinamento in tutta Europa, tra questi Chiara,  hanno commentato i dati.

Chiara, una madre con un figlio asmatico, che sta facendo causa alla Regione Piemonte per inquinamento atmosferico, ha dichiarato: “Come se avessimo bisogno di ulteriori prove, questi numeri sono un nuovo promemoria per tutti coloro che hanno il potere di far rispettare gli standard di inquinamento atmosferico; il danno è già in atto e i nostri figli sono in prima linea. Questo rapporto non fa che aumentare la mia determinazione a portare questo caso in tribunale, per mio figlio e per chiunque altro sia stato colpito dall’aria tossica”.

Constanze, che ha presentato una denuncia legale in Germania, ha dichiarato: “Ho intentato una causa principalmente per conto dei miei due figli. Alla luce dei dati spaventosi su quanti bambini e giovani muoiono effettivamente prematuramente a causa della cattiva qualità dell’aria, è ancora più urgente che la Corte costituzionale federale in Germania decida di includere chiaramente il diritto all’aria sana tra i diritti fondamentali dei cittadini tedeschi. I bambini devono poter crescere sani senza ammalarsi a causa dell’inquinamento atmosferico, sia che vivano in città o nelle zone rurali. Il governo tedesco ha il dovere di proteggere i miei figli dai danni alla salute che subiranno per il resto della loro vita”.

I dati rendono particolarmente chiaro che gli impatti dell’inquinamento atmosferico per i bambini sono ancora più devastanti  che per gli adulti. I bambini respirano più velocemente (e spesso attraverso la bocca) e inspirano più aria per chilogrammo di peso corporeo. In combinazione con la loro vicinanza alle emissioni di gas di scarico e le loro attività quotidiane, sono la categoria maggiormente a rischio a causa dell’aria tossica.

Eppure i bambini e le bambine non possono fare pressioni per se stessi e non hanno voce nel processo decisionale.

L’avvocata dell’inquinamento atmosferico di ClientEarth, Emma Bud, ha dichiarato: “Il peso che l’inquinamento atmosferico pone sulle persone in tutta Europa, e in particolare sui bambini, è inaccettabile. La normalità non dovrebbe essere che i nostri figli vivano e giochino nell’aria che sappiamo danneggiarli e infliggere danni che sappiamo rimarranno con loro per tutta la vita. I casi saranno ascoltati nei tribunali ma il dovere sui governi è già presente. Devono agire sulla base delle evidenze scientifiche disponibili e agire per eliminare le morti per inquinamento atmosferico”.

Note:

Rapporto EEA:

https://www.eea.europa.eu/en/newsroom/news/air-pollution-levels-across-europe