Il comitato per la scienza ( e la trasparenza)

 

I risultati della campagna “Che aria tira” del 2019 sono stati utilizzati da un gruppo di ricercatori del Politecnico di Torino e dell’Università di Lione per una pubblicazione scientifica che è uscita in questi giorni sulla rivista scientifica internazionale “Atmosphere”.

Il titolo dell’articolo è “A combined citizen science -modelling approach for NO2 assessment in Torino urban agglomeration” (Un approccio combinato tra scienza partecipata e modellazione per valutare il biossido di azoto nell’area metropolitana di Torino).

I risultati dello studio hanno confermato l’affidabilità dei dati rilevati dai cittadini, e aiutato i ricercatori a comprendere meglio il comportamento del loro modello nelle aree periferiche della città.

Un bel risultato che ci insegna come la scienza e la cittadinanza attiva possano lavorare insieme per affrontare i problemi più importanti della nostra società. Speriamo sia anche un insegnamento per quei burocrati e politici che pensano di avere l’esclusiva sulla conoscenza.

Proprio per questo motivo abbiamo deciso di rilasciare con una licenza creative commons i dati della campagna 2019 in attesa di avere quelli definitivi del 2020.

Da oggi collaborare con noi per diffondere una cultura dei dati e della trasparenza per un’azione ecologista più forte è più facile.

Un grazie a tutti i partecipanti alla campagna #cheariatira !